Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
20/11/2014

Vaginiti e cistiti recidivanti: un nuovo modo di combatterle – Parte 3


Prof.ssa Alessandra Graziottin
Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano
Vaginiti e cistiti recidivanti: un nuovo modo di combatterle – Parte 3

Sintesi del video e punti chiave

La settimana scorsa abbiamo visto in che modo l’Escherichia Coli forma in vescica il biofilm patogeno intracellulare che dà poi origine alle cistiti recidivanti, e abbiamo osservato come le normali difese immunitarie e gli antibiotici non siano sufficienti a debellare l’infezione. Oggi spieghiamo come le possibilità di successo dipendano dalla possibilità di modificare il terreno su cui il germe si muove e si sviluppa: una strategia che richiede una visione complessiva del problema e una terapia articolata.
Qual è l’origine dell’Escherichia Coli che attacca la vescica? In che modo si può distruggere il biofilm patogeno e scongiurare le recidive, restituendo alla donna una piena salute?
In questo video, la professoressa Graziottin illustra:
- come la recidiva di cistite sia normalmente anticipata, nei 15 giorni precedenti, da un picco di Escherichia Coli in vagina;
- le due possibili origini di questa infezione vaginale: igiene intima inappropriata (rara), problemi intestinali (stipsi ostruttiva e sindrome dell’intestino irritabile);
- perché i disturbi intestinali possono favorire il passaggio dei germi in vagina e in vescica;
- quando la presenza di batteri nel sangue può dare origine a una setticemia;
- i pilastri della prevenzione e della terapia: cura della stipsi ostruttiva e della sindrome dell’intestino irritabile; probiotici vaginali e/o per bocca, per ripristinare i biofilm amici di lattobacilli; n-acetil-cisteina, per sciogliere più rapidamente il biofilm patogeno e rendere il batterio più sensibile all’attacco del sistema immunitario; fisioterapia per rilassare il pavimento pelvico, attenuare la stipsi ostruttiva e impedire il trauma vescicale da penetrazione che predispone alla cistite post coitale; ripristino del corretto livello di estrogeni in vagina, per ottimizzare il terreno su cui agiscono i lattobacilli.

Realizzazione tecnica di MedLine.TV

top


Audio e video stream correlati:
Prevenzione della cistite: essenziale la salute dell'intestino
Cistite: sintomi e cause
Cistiti e vaginiti recidivanti: nuove frontiere terapeutiche – Parte 2
Cistiti e vaginiti recidivanti: nuove frontiere terapeutiche – Parte 1
Destro mannosio: un rimedio efficace contro le cistiti e le vaginiti recidivanti
Cistite recidivante post coitale: una strategia di cura integrata
Vaginiti e cistiti recidivanti: un nuovo modo di combatterle – Parte 2
Vaginiti e cistiti recidivanti: un nuovo modo di combatterle – Parte 1
Vaginiti e cistiti: quattro rimedi naturali per vincere le recidive
Dolore urogenitale nella donna: strategie di prevenzione e di cura

Parole chiave:
Biofilm patogeni - Cistite / Cistite recidivante - Ecosistema vaginale / Microbiota vaginale - Lattobacilli - N-acetil-cisteina - Pavimento pelvico iperattivo/ipoattivo - Probiotici, prebiotici e simbiotici - Sindrome del colon/intestino irritabile - Stipsi - Traslocazione batterica - Vaginite / Vaginite recidivante


© 2014 - Prof. Alessandra Graziottin

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.