Alessandra GraziottinAlessandra Graziottin
Condividi su
stampa
10/01/2018

Fibromi in gravidanza: i rischi ostetrici


Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica
H. San Raffaele Resnati, Milano


“Ho 39 anni e solo adesso sono riuscita a rimanere incinta. Purtroppo però con la prima ecografia, fatta alla nona settimana di gravidanza, ho scoperto di avere due fibromi, uno di 4 e uno di 5 centimetri, che non mi avevano mai dato sintomi. Quali problemi possono creare uno o più fibromi durante la gravidanza? Devo preoccuparmi?”.
Tiziana C. (Padova)

top

Gentile signora, molto dipende dalla sede di fibromi, dal numero, dalle dimensioni e da quanto crescono in gravidanza. A volte infatti, dopo una fase di crescita rapida che comprensibilmente preoccupa la donna, tendono poi a “slaminare”, ossia ad appiattirsi, assecondando la distensione della parete dell’utero che cresce per adattarsi alla rapida crescita del feto, senza dare ulteriori problemi.
Oltre alla maggiore difficoltà a concepire (“infertilità”), come forse è successo anche a lei, da quanto mi scrive, la fibromatosi in gravidanza può causare minaccia d’aborto fino all’aborto; minaccia di parto prematuro fino al parto prematuro; perdite di sangue modeste (“spotting”) o più abbondanti, segno di minaccia d’aborto o parto prematuro. Possono causare anche malposizioni del feto in gravidanza e problemi di presentazione durante il periodo espulsivo del travaglio di parto, con parto operativo (ventosa o forcipe) o taglio cesareo d’urgenza.
Molto dipende dal numero, dalla sede e dalle dimensioni dei fibromi, come le dicevo poc’anzi. I fibromi, specie se sottomucosi, ossia che si sviluppano subito al di sotto dell’endometrio, la mucosa che riveste la parete interna dell’utero e in cui si “impianta” l’embrioncino, possono causare anche alterazioni nella profondità di “annidamento” della placenta (“placenta accreta”, “increta”, “percreta”), con difficoltà di espulsione della placenta ed emorragie dopo il parto.
Tuttavia, questi problemi vengono ben diagnosticati e controllati, quando la gravidanza è ben seguita. Auguri di cuore!

top

Prevenire e curare – Attenzione all'anemia

Molte donne affette da fibromi sottomucosi soffrono di cicli abbondanti e prolungati, con anemie da carenza di ferro anche gravi, già prima della gravidanza. E’ importante dosare ferritina, transferrina e sideremia, e assumere integratori multivitaminici e ferro già mentre si cerca il bimbo, durante tutta la gravidanza e finché si allatta.

top

Parole chiave:
Aborto spontaneo - Anemia - Fertilità e infertilità - Fibromatosi uterina - Fibromi e polipi - Gravidanza - Parto prematuro - Placenta e anomalie della placenta - Spotting

stampa

© 2018 - RCS Periodici

ATTENZIONE: Ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste schede informative non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico.